Teatro della Dodicesima: dubitare, disobbedire, resistere

di Roberta Mattei
Con questo pensiero "fare le cose con i soldi è facile; è farle senza che è difficile" è partita la sfida dei miei genitori. La volontà e un ideale: resistenza e ingegnosità; uomini e donne, i motori.
Perché forse l'albero che cresce non ci sarebbe se non ci fosse stata la mano dell'uomo a piantare il seme. E forse è per questo che il simbolo dell'Associazione Spinaceto Cultura e Teatro Della Dodicesima è un albero rovesciato che non a caso somiglia e ricorda  le sue radici.
Proprio in questa associazione, all'età di 12 anni, ho incontrato il teatro, la musica, il ballo, la pittura, la meditazione. E' un posto di cui ho ascoltato il passato che ho visto cambiare, forire. E credo di continuare a scegliere di vivere quel posto non solo perché è stato creato e gestito dalla mia famiglia, ma anche perché ne traggo del bene. E credo che il seme di questo bene sia la collettività.
Ora faccio l'attrice e ora più che mai penso che l'attore debba contribuire a questo valore.
Fare un teatro significa passare ore intere insieme ad altre persone, rispettaregl i altri e i ruoli, collaborare, accordarsi, ideare, organizzare, costruire, realizzare.
Penso che solo così le cose vengano bene. E credo che non sia stato un caso, forse, se un giorno mi sono ritrovata a fare parte del film di Claudio Caligari, "Non essere cattivo". Ho ritrovato su quel set le stesse dinamiche. Credo, anzi, ne sono convinta, che tutte le persone che hanno contribuito a questo film siano state la vera forza del film. E' stato importante farlo, perché ha confermato che la dedizione, il sacrificio, la perseveranza, l'amoore, possono generare grandi cose.

Meglio Meno - Direttore responsabile Luigi Scardigli luigi.scardigli@gmail.com
Registrazione 9-2015 del 19 novembre 2015 presso il tribunale di Pistoia.