Musica (89)

Ce ne fossero! Featured

SANTOMATO (PT). Le cose belle non stancano. Mai. Pensate agli amplessi: c’è qualcuno che si sia mai sentito satollo? La bellezza non va in overdose, non supera mai la linea della ragionevolezza; non ha limiti. Con la bellezza non si esagera. Ieri sera, venerdì 29 settembre, sul palco del Santomato Live, per il battesimo della nuova stagione, l’ideatore-conduttore-agente, Tony De Angelis, ha allestito una reunion con i fiocchi: Rock around the world 2 (ci deve essere stata una prima, lo scorso anno, immaginiamo e ce la siamo persa), convocando a battezzare e ben augurare la stagione che inizierà tra poco una meravigliosa fronda di musicisti. Ognuno di loro merita, senza condizionali, un’accurata riflessione artistica, sonora, culturale, biografica; ognuno di loro si è fatto le ossa e il culo a studiare e a soffrire per arrivare dove è arrivato, anche in giro per il mondo, come turnista di star internazionali, o semplicemente suonando in improbabili scantinati solo per sbarcare il lunario. La musica è arte e come tale, sofferenza.

Leggi tutto...

Maurizio e Rebecca Featured

QUARRATA (PT). In quel salone, abitualmente, si riuniscono i vertici aziendali: si decidono finanziamenti, prestiti, tassi di interessi, agevolazioni, speculazioni. Ma le banche hanno il dovere, ogni tanto, di umanizzare il proprio capitale e allora, si aprono parentesi, nelle quali si mette a cuocere carne che non frutti liquidità, ma emozioni. La Bcc di Vignole e della Montagna pistoiese, ieri sera, 28 settembre, ha effettuato una di queste operazioni, subaffittando il palco abitualmente riservato agli investitori a due artisti: Rebecca Scorcelletti e Maurizio Geri, che fanno parte del nutrito panorama culturale indigeno che troppo spesso è costretto a fare da apripista e spazio a colleghi che hanno il solo vanto e primato di venire da lontano.

Leggi tutto...

Il Soul che non tramonta Featured

di Graziano Uliani

VERONA. Fine Luglio 2015. Sono nella hall di un hotel a Maspalomas (Gran Canaria) per il Maspalomas Costa Canaria Soul Festival, festival co-prodotto dal Porretta Soul Festival e sto conversando con Rick Hutton, storico V.J. di Videomusic e presentatore del Porretta Soul. Gli sto chiedendo da quanto tempo non vede Zucchero e squilla il cellulare. Con un tempismo incredibile, Laura Vergani, assistente di Zucchero, mi chiede se può passarmelo. “Che sorpresa”, dico a Zucchero. “Sono su un van – risponde - e sto andando da New Orleans a Nashville, ma faremo una sosta a Memphis. L’autista mi ha appena fatto vedere il depliant di un festival chiedendomi se lo conosco. E’ un pieghevole del Porretta Soul Festival. Sto per iniziare le registrazioni del nuovo album prodotto da Don Was, Brendan O’Brien e T Bone Burnett. Voglio fare un disco roots tornando alle radici della musica popolare americana. Un po' come Oro, Incenso e Birra”. Dopo quella telefonata l’ho rivisto sul palco dell’Arena di Verona giovedì 21 settembre. Per fare sei serate consecutive a suon di sold out, deve esserci qualcosa di speciale.

Leggi tutto...

El diablo e l'acqua santa Featured

di Luigi Scardigli

PRATO. Peccato che i suoi buoni propositi li voglia anche spiegare. Se tacesse i proclami, sarebbe perfetto. Ma una stanza nel palazzo del rock and roll, qualora dovessero costruirlo, sarebbe sicuramente sua, già in fase di progettazione, con tanto di targhetta sulla porta: Piero Pelù. È un rocker, il cantautore fiorentino, e lo sa fare, alla perfezione, senza se e senza ma, anche se ora la chioma, che resta incredibilmente fluente, si è un po' imbiancata. È un rocker anche fuori dal palco, così rocker che oltre a sposare attivamente le cause della sofferenza globale, che sono poi quelle che ti suggeriscono l’arte, ci si immedesima forse con eccessiva strategia, con quel timbro di voce da straniero posticcio. È nato per cantare il rock, Piero Pelù e quelli che ieri sera, a Prato, in piazza del Duomo, hanno sfidato le incerte condizioni atmosferiche, rese malvage da un freddo improvviso, ne hanno avuto la giusta ennesima riconferma. Ennesima, sì, perché la prima fila, quella appoggiata alle transenne, quella che vuole esserci fino in fondo ai suoi concerti, fino a dentro, era popolata da una comitiva di ragazze e giovanotti della provincia di Varese, con tutti i talismani de el diablo al seguito, reggiseni compresi, accuratamente legati al ferro dell’invalicabilità degli spettatori e pronti per essere lanciati a Regina di cuori; né prima, né dopo.

Leggi tutto...
Subscribe to this RSS feed

Meglio Meno - Direttore responsabile Luigi Scardigli luigi.scardigli@gmail.com
Registrazione 9-2015 del 19 novembre 2015 presso il tribunale di Pistoia.