Pittura (19)

E' giusto che sopravvivano? Featured

di C.F.

Meno male che Andy Warhol strappò dai muri di New York artisti come Keith Haring e Basquiat. Altrimenti, oggi, non conosceremmo il loro talento e forse le loro opere sarebbero andate perse per sempre. Premesso questo, però, la questione tra street art e istituzioni museali resta comunque molto complessa. A questo proposito sono infatti più che legittimi i dubbi che sorgono e che sono alla base delle tante contestazioni sollevate in primis dagli artisti stessi. Il passaggio dai muri ai musei equivale ad un passaggio dalla forma di protesta al business? A chi appartiene l’opera di strada? Qual è il limite tra libertà d’espressione individuale e bene collettivo? E’ giusto esibire la street art? E per quale pubblico? Con quali modalità? Che ruolo avrà il museo in questa prospettiva? Quali tracce di queste culture trasmetteremo al futuro?

Leggi tutto...

Dagli impressionisti a Picasso: la primavera, a Genova, finisce il 10 aprile Featured

di Stefania Pianigiani

GENOVA. La primavera è arrivata, per il calendario, ma anche al Palazzo Ducale di Genova, dove fino al prossimo 10 aprile avete la possibilità di ammirare la mostra Dagli Impressionisti a Picasso. Cinquantadue quadri del Detroit Institute of Arts hanno lasciato la terra americana per approdare nella città di Colombo. Capolavori in esposizione: le lezioni di stile di Degas, il geniale Cézanne, Matisse e l'Ecole de Paris fino ad arrivare al cubismo di Picasso. Impossibile, per amanti, amatori, pittori in erba, artisti celebrati, ma anche per i soli e semplici curiosi disposti a lasciarsi sedurre, perdersi questa occasione, probabilmente unica, dove pionieri e simboli dell'avanguardia, attraverso le loro tele, stimoleranno le emozioni di tutti i visitatori.

Leggi tutto...

Andata o ritorno: i viaggi di Francesco Barbieri Featured

PISTOIA. Ancora una settimana, poi, la mostra di Francesco Barbieri se ne andrà altrove, a cercare altri consensi. A Pistoia, dove espone da una settimana in via Carducci, nel Peekaboo Tattoo Gallery, di Gigi Fagni e Rino Valente, alcova dove trova posto anche lo studio pittorico di Daniele Capecchi, ieri sera, a movimentare altrimenti una serata destinata alla domenica sera, una video installazione di un metropolitano acquisito, che ha proposto al pubblico Mai Mai Mai, un triangolo equilatero, ma forse più isoscele, di bombardamenti claustrofobici, iniettati dalla pesca di pesce spada nelle stagioni più calde tra le cose siciliane e quelle calabresi, dove Berlusconi e Renzi, prima o poi, il ponte ce lo faranno.

Leggi tutto...

La Pop Art è patrimonio universale Featured

di Caterina Fochi

LONDRA. Cosa succede se la globalizzazione attraversa l’arte? La risposta arriva dalle 160 opere, realizzate tra il 1960 ed il 1970 da artisti di tutto il mondo, presentate nella mostra The World Goes Pop in corso fino al 24 gennaio prossimo alla Tate Modern di Londra. Se il movimento della Pop Art, in Inghilterra prima e in America poi, ha infatti sviscerato e ridicolizzato la società e la cultura consumistica occidentale utilizzandone il gergo e le strategie, con questa originale mostra scopriamo che nel resto del mondo, dall’America Latina all’Asia, dall’Europa al Medio Oriente, fu anche e soprattutto un linguaggio universale di protesta che oggi più che mai risulta attuale.

Leggi tutto...
Subscribe to this RSS feed

Meglio Meno - Direttore responsabile Luigi Scardigli luigi.scardigli@gmail.com
Registrazione 9-2015 del 19 novembre 2015 presso il tribunale di Pistoia.