Società (91)

Would we split the bill? Featured

di Graziano Uliani

MONTEPULCIANO (SI). Estate di dieci anni fa. Ricevo una telefonata da Chuck Bernardini, firma prestigiosa di un importante studio di avvocati di Chicago e rappresentante pro-bono, cioè gratis, del Porretta Soul Festival. “Christie Hefner, figlia di Hugh Hefner, fondatore di Playboy, e suo marito, William Marovitz, avvocato e immobiliarista, sono in vacanza in Toscana. Hanno affittato la casa dove hanno girato il film Under the Tuscan sun (Sotto il sole di Toscana). Sono con alcuni amici e vorrebbero invitarti a cena con qualche star italiana. Pensa a qualcuno”.  Penso a Zucchero. Lo chiamo e si mostra ben disponibile. Chuck mi prega di cercare un ristorante all’altezza della situazione. Per non sbagliare consulto la guida Michelin e faccio un sopraluogo dopo aver individuato il ristorante giusto a Montepulciano. E’ a poca distanza dalla loro residenza.

Leggi tutto...

Ci vuol talento per chiamarlo amore Featured

PISTOIA. Tra qualche mese, sarà un’altra cosa. Speriamo. Oggi, però, per questa festa intima, ma non privata, alla libreria Lo Spazio, in via dell’Ospizio, è stato tutto molto bello: la gente, quella di sempre, anche se una minima parte, quella che ha consentito a Mauro e Alice di restare in piedi, con il loro angolo delle meraviglie, per questi lunghi, lunghissimi, dodici anni. E poi lui, Mauro Pompei, febbricitante (la temperatura è figlia di un più coraggioso tentativo di suicidio, a base di paella e antibiotici: cosa che avrebbe fatto stramazzare a terra un elefante, non certo lui), che si è seduto e ha letto qualche pagina di riflessione, ricordi, sogni, speranze, paure. Lo ha fatto in romanesco, anzi, in ciampinese, con le e chiuse, anziché aperte (insopportabile) perché in italiano non gli sarebbe mai riuscito e soprattutto perché quando si scrive quello che si ha dentro, lo si scrive come lo si direbbe.

Leggi tutto...

Dunque? Featured

CAMPI BISENZIO (FI). Tra il pubblico, moderatamente numeroso, nemmeno uno dei virtuali destinatari delle attenzioni e accuse lanciate dalle relatrici: molte donne, come al solito, quando non si parla di calcio, molte delle quali, non più giovanissime, accompagnate dai loro mariti, dai loro sposi, perché compagni, parecchi anni fa, lo si era soltanto stringendo il pugno, non quando si parlava del consorte. Ma di ventenni stratatuati e con le bollicine nella testa, quelle che ti mandano in corto circuito il sistema nervoso e ti fanno fare cose inverosimili, o mariti trentenni possessivi, che tradiscono puntualmente, ma guai a ricambiarli con la stessa moneta o comunque quei maschi stupidi, dall’eiaculazione in poi, che non sono mai diventati uomini e mai lo diventeranno, ieri sera, al Circolo Rinascita di Campi Bisenzio, alle propaggini di Firenze, nemmeno l’ombra. Sfido: si parlava di violenza e stalking, on line, off line, consumate e ventilate e quando si affrontano queste problematiche, i violenti per antonomasia, per frustrazione, di riflesso, per impotenza, si defilano, preferiscono non sentire, stare altrove.

Leggi tutto...

Miopia e ingratitudine Featured

SERRAVALLE (PT). Era emozionato, ieri sera, Luigi Tronci. E non l’ha nascosto, per fortuna. Soprattutto quando Nico Gori, un talento naturale dei fiati (mattatore la sera precedente, sullo stesso palco), lo ha chiamato sotto i rifltettori di Serravalle Jazz (quarta e ultima serata di questa sedicesima edizione) per consegnargli, dalle mani di Tullio De Piscopo - per lui, aggettivi, non ce ne sono più: sono già stati usati tutti -, il premio Renato Sellani, istituito, tre stagioni fa, proprio dall’entourage del Serravalle Jazz sotto esplicita pressione del clarinettista e saxofonista fiorentino, che proprio con Renato Sellani e la voce di Stefania Scarinzi (anche lei sul palco a omaggiare Luigi Tronci) ha avuto il piacere e l’onore di condividere l’ultima tournée dell’indimenticabile pianista. Era emozionato, Luigi Tronci, perché nonostante abbia superato gli 80 anni e possa esporre e vantare un palmares di riconoscimenti internazionali attribuitigli dalle fonti più autorevoli della musica disseminati lungo la sua carriera di artigiano del suono – cimeli che potete osservare andandolo a trovare nel suo laboratorio, la Ufip, di Sant’Agostino, a Pistoia -, quando la sua città, Pistoia, appunto, si ricorda di lui, Gigi, come lo chiamano tutti, si intenerisce.

Leggi tutto...
Subscribe to this RSS feed

Meglio Meno - Direttore responsabile Luigi Scardigli luigi.scardigli@gmail.com
Registrazione 9-2015 del 19 novembre 2015 presso il tribunale di Pistoia.